News, People

La fondazione “Citta della Speranza” rappresenta ormai da più di vent’anni il riferimento in Italia per l’assistenza e per la ricerca dedicate alle patologie pediatriche .

 

Città della Speranza: Progetti di Assistenza e di Ricerca

La Città della Speranza è un’associazione che finanzia numerosi progetti di assistenza ai bambini leucemici. I bambini che, per potersi curare, devono trascorrere lunghi periodi in ospedale e che non possono stare lontano dalla mamma o dal papà.  Questi progetti permettono ai bambini ed alle famiglie di stare insieme anche in ospedale, con l’obiettivo di vivere l’esperienza della malattia nel modo più sereno possibile.

Altrettanto numerosi sono i progetti di ricerca scientifica destinati alla cura delle malattie infantili, in particolare le malattie oncologiche come le leucemie e i tumori solidi, la fibrosi cistica, le malattie lisosomiali insieme a patologie renali e del neuro sviluppo.

Progetti concreti per soluzioni reali, che sono vagliati da una commissione scientifica internazionale.

 

Come nasce la Città della speranza ?

Nasce da un grande dolore, nel lontano 16 dicembre del 1994 in ricordo di Massimo, un bambino scomparso a causa della leucemia, la “Città della Speranza” ha fondato ed avviato numerose tra le più importanti cliniche nazionali.

 

L’8 giugno del 2012 infine viene inaugurata a Padova l’ultima grande opera: l’Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza, che con i suoi 17.500 mq è il più grande centro di ricerca sulle malattie infantili d’Europa.

Oggi la Clinica di Oncoematologia pediatrica, diretta dal Prof. Giuseppe Basso, è collegata ai più importanti centri italiani e mondiali e, grazie ai finanziamenti erogati dalla Città della Speranza, è Centro di riferimento nazionale per la diagnosi delle leucemie acute e per la caratterizzazione molecolare di linfomi e sarcomi e Centro di coordinamento di protocolli nazionale ed europei di diagnosi e cura di linfomi, sarcomi, tumori cerebrali ed epatici, tumori rari.

 

Due milioni l’anno sono gli investimenti della Fondazione nella Ricerca Scientifica.

La Città della Speranza rappresenta un caso nazionale virtuoso di responsabilità sociale, di empatia e di capacità operativa a gestionale. E di attenzione e di restituzione al territorio ed alle persone delle opportunità persone e territorio hanno contribuito a rendere possibile.

E’ anche per questo, probabilmente, che da molti anni le persone che collaborano e partecipano alla vita aziendale di Fitt, decidono di contribuire, in ogni principale festività, con un piccolo gesto personale dedicato alla missione della Fondazione

 

Anche per questa Pasqua 2017 i proventi per l’acquisto delle Uova e colombe pasquali in azienda andranno a sostenere i progetti della Citta della Speranza.

Grazie a tutti, Fitt People!

E grazie alla Fondazione per ciò che continua a fare.